Il gesto assurdo di Luigi Di Maio: escalation ad un passo? L’azzardo che può costare caro all’Italia



▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Di questo passo la mega propaganda che non dorme mai riuscirà a farci crede che i russi mangiano i bambini. Tra l’altro coloro che vogliono mandare le armi in Ucraina sono gli stessi che volevano mandarle in Serbia nel 1999 o in Libia nel 2011. Una ragione per la follia della guerra la trovano sempre.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

È necessario sottolineare alcuni aspetti che stiamo attraversando e che segnalano come quella che stiamo percorrendo sia una climax, una scala che ci porta dritti verso il conflitto mondiale, a meno che non capiti qualcosa che riesca a farci retrocedere rispetto all’abisso che si spalanca davanti a noi.

In primis si consideri il gesto assolutamente assurdo di Luigi Di Maio che ha scelto di mandare fuori dall’Italia 30 diplomatici russi, ritenute persone non gradite. Proprio lui, Luigi Di Maio: uomo colto di grandissima preparazione, educato al ruolo che occupa, emblema della meritocrazia italica, adesso pone l’Italia nella condizione ancora più grave rispetto a prima. Non solo le sanzioni, non solo le armi all’Ucraina ma ora anche la cacciata dei diplomatici russi dall’Italia.

CONTINUA SU: https://www.radioradio.it/2022/04/luigi-di-maio-escalation-letta-fusaro-guerra-ucraina-russia/

RadioAttività, lampi del pensiero con #DiegoFusaro

Source

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione richiesta.
Riceverai in tempi celeri una risposta.