Il *DARK-WEB* SPIEGATO FINO in FONDO: Ecco come funziona DAVVERO!



Si sente spesso parlare di Deep e Dark Web. Nell’immaginario comune vengono subito associati ad attività illegali, ma cosa sono veramente ?

Prima di cominciare dobbiamo specificare che Internet è suddiviso in 3 grandi fasce: il Surface Web, il Deep Web e infine il Dark Web.

Fin dalla sua comparsa, e ancora di più dopo la sua diffusione su larga scala, il web ha rivoluzionato le nostre vite, mettendoci a portata di mano un universo di informazioni inimmaginabili fino a pochi anni prima e consentendoci di comunicare in pochi istanti con persone provenienti da ogni angolo del mondo. Tutto questo corrisponde, però, a meno dell’1 per cento del contenuto dell’intera internet.

Molti associano il deep web con il dark web, il quale invece è solo una sua piccola area. Questo perché si è iniziato a discutere del deep web intorno al 2009 parlando delle attività illegali che si svolgevano al suo interno. Scoppiò poi il caso di un grande mercato nero online famoso come piattaforma di spaccio e chiuso dall’FBI nel 2013: la Silk Road. Da quel momento, molte persone e media hanno impropriamente iniziato ad usare i due termini come sinonimi.

Il deep web, letteralmente “web sommerso” per distinguerlo dal surface web o “web accessibile” in quanto, appunto, accessibile a chiunque usi internet, è una sostanziosa parte di internet non indicizzata nei motori di ricerca standard.

La metafora che descrive perfettamente la situazione è quella dell’iceberg: sopra il livello dell’acqua si trova il surface web, ovvero la parte di internet in superficie. Ma la maggior parte dei dati si trova nella parte sommersa, irraggiungibile attraverso normali motori di ricerca.

Ci si può accedere quindi attraverso indirizzi IP ( L’Internet Protocol Address o indirizzo IP è un codice numerico usato da tutti i dispositivi (computer, server web, stampanti, modem) per navigare in Internet e per comunicare in una rete.) o URL diretti e possono essere richieste password o altri strumenti di sicurezza per proseguire oltre la pagina pubblica del sito.
Questa “area sommersa” comprende molto comunemente web mail, banking online, pagine e profili di social media privati o comunque ad accesso riservato, forum online che richiedono un’iscrizione per visualizzarne i contenuti e servizi che richiedono un pagamento da parte dell’utente, come video on demand e riviste o giornali online, personalizzati per gli utenti e per questo non destinati ad essere indicizzati.

Che vantaggi ha il deep web?

Partiamo con il dire che qualsiasi sito Web in “superficie” viene scansionato dai bot per aiutare l’indicizzazione dei contenuti. Ma un sito protetto da paywall, come il testo di articoli di notizie o un sito di contenuti didattici che richiede un abbonamento , viene bloccato anche dai bot dei motori di ricerca. Anche i siti a pagamento come Netflix non vengono scansionati dai robot.
Per questo motivo, ci sono alcuni vantaggi nel deep web. Per cominciare, gran parte del contenuto del deep web è irrilevante e renderebbe solo le ricerche molto più difficili. E c’è anche un problema di privacy; nessuno vorrebbe che i robot di Google scansionassero le loro visualizzazioni Netflix o l’account della Banca.
Un sottoinsieme del deep web è il dark web, di norma non raggiungibile attraverso motori di ricerca comuni. Questo poiché utilizza reti private la cui architettura è sovrapposta a quella di internet (darknet o rete scura), che comprendono piccole reti nelle quali i punti di accesso fungono contemporaneamente da client ( In un collegamento tra un utente individuale e il suo fornitore di connettività (o provider), il computer dell’utente è il client, mentre quello del fornitore è il server.) e server verso gli altri nodi della rete. Gli utenti sono pertanto in grado di avviare o completare transazioni. Il resto….nel video!

Di cosa ci occupiamo oltre alla divulgazione sui social?
Sul nostro sito trovi tutti i servizi di Ingegneria Italia: www.ingegneriaitalia.it

Ti serve una mano a sviluppare il tuo progetto? Scrivici a info@ingegneriaitalia.it

Sai che parliamo anche di investimenti e finanza personale? Seguici su @Ingegneri in borsa

Source

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione richiesta.
Riceverai in tempi celeri una risposta.