IL TIMORE DI GIORGIO BIANCHI ▷ “PER ORA MI TENDONO IMBOSCATE IN TV: HO PAURA DEL PROSSIMO PASSO”



▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Affinità inquietanti cingono la #pandemia, di cui si aspetta solo una sorta di ufficialità per dichiararne la fine, alla #guerra scoppiata lo scorso 24 febbraio. Non può passare inosservato il trattamento che per gli ultimi due anni è stato riservato agli “stregoni del virus”, lo stesso che adesso sta colpendo i presunti “#filoputiniani d’#Italia”.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Il dubbio viene marginalizzato a mero delirio, la critica viene etichettata come presa di posizione dalla parte del male. Sappiamo tutti la sorte che è toccata a professori del calibro di Giulio #Tarro, Luigi #Cavanna, Giuseppe #DeDonno (del quale in realtà ben poco si conosce). Sono stati insultati, denigrati, oscurati: i fatti gli hanno dato ragione.

Sulla guerra è ancora presto per vedere uscire fuori la #verità vera. Vale per tutti i conflitti e l’#Ucraina in questo senso non fa eccezione. È già tardi, invece, per porre rimedio alla “character assassination” che ha bersagliato il fotoreporter #GiorgioBianchi. Specialista delle questioni che riguardano quell’area dell’est #Europa, #Bianchi ha svelato i meccanismi sottesi alla propaganda di guerra in diretta con #FabioDuranti.

Ecco l’intervento di Giorgio Bianchi in collegamento dal #Donbass a Un Giorno Speciale, con Francesco Vergovich.

Source

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione richiesta.
Riceverai in tempi celeri una risposta.