Demenziale: cantano Bella Ciao e vogliono inviare armi al battaglione Azov. “Sinistrash” allo sbando



▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Se tanto mi dà tanto, dopo questo 25 aprile con le bandiere della #Nato e degli #StatiUniti ci attende un 1° maggio con le bandiere di #Confindustria. Potrebbe essere la geniale trovata della new left postmoderna, neoliberale e arcobalenica. Non ce ne stupiremmo nemmeno più di troppo, invero. Dopo che li abbiamo visti coi nostri occhi cantare in modo surreale “#BellaCiao” e poi, come se nulla fosse, promuovere l’invio di armi al neonazista battaglione #Azov e sventolavano le bandiere della Nato e degli #USA. Per inciso sono quelli che ci hanno rioccupato e tutt’ora ci occupano con oltre 100 #basimilitari che rendono non sovrana l’#Italia e, oltretutto, sono la potenza che ha sostenuto più o meno apertamente ogni golpe fascistoide nel secondo Novecento, #Cile in primis.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/ù

Chissà, forse Giorgio #Orwell quando tematizzò la celeberrima figura del “bipensiero” pensava proprio a loro, che ne sono i paladini indiscussi. L’ho detto e lo ridico: non la chiamo nemmeno più sinistra. La chiamo #sinistrash, un bislacco e assai spesso demenziale precipitato postmoderno di tesi contraddittorie e di posizioni che, da qualunque prospettive le si analizzino, finiscono per giustificare i rapporti di forza dominanti e l’egemonia della plutocrazia neoliberale no border. Le sinistre fucsia oggi sono ciò contro cui Marx e poi Gramsci combatterono e insegnarono a combattere. La sinistrash rende superflue le stesse destre, a cui è ormai in tutto e per tutto sovrapponibile.

Sembra che ormai un unico obiettivo animi gli orientamenti politici della new left arcobalenica: essere sempre la più fedele alleata dei gruppi dominanti, screditando perfino la #destra in quanto meno efficace in questo, che in fondo è sempre stato il suo compito. E nel mentre i militanti, anzi i “militonti”, pensano che ciò significhi essere di sinistra: cioè stare dalla parte del Capitale e dell’Imperialismo Nato. Chissà, dunque, se il 1° maggio troveremo al neo-fantozziano concertone le bandiere di Confindustria: sarà, in ogni caso, dati i tempi, difficile capire se sarà il #1maggio o il 1° aprile.

RadioAttività, lampi del pensiero con #DiegoFusaro

Source

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione richiesta.
Riceverai in tempi celeri una risposta.