Copasir, Marco Travaglio: si vuol trasformare in MinCulPop. E cita il nazista Goering.



Sta facendo molto discutere l’iniziativa del Copasir (comitato di controllo parlamentare), di “avviare un approfondimento sulla ingerenza straniera e sulla attività di disinformazione anche al fine di preservare la libertà e l’autonomia editoriale e informativa da qualsiasi forma di condizionamento, con particolare riferimento al conflitto tra Russia e Ucraina” – La questione è stata motivo di discussione a 8 e mezzo. Il direttore de Il Fatto Quotidiano è stato perentorio – “Chi l’ha concepita è pronto per la neuro-deliri” – Ma ha precisato – “Il Copasir è il comitato che controlla i servizi segreti italiani, cioè le nostre spie. Se ci fossero spie russe sarebbe dubbia la sua competenza, ma questi si occupano di chi devono invitare nei talk show e nelle trasmissioni televisive i conduttori? Quali sono gli ospiti, quale domande bisogna fargli, quale risposte sono da accettare? Ma stiamo scherzando?” – E aggiunge – “Se anche fossero tutte spie i russi che vengono invitati nelle televisioni come possono spiare in collegamento contro i nostri talk, al massimo possono parlare e dire le loro cose. Generalmente, visto il livello di libertà che c’è in Russia diranno cose a favore di Vladimir Putin, se poi è addirittura Lavrov a parlare non ci vuole il Copasir per intuire che sarà a favore di Putin. Vorrei capire di cosa si occupano, cosa fanno, come spendono i soldi che gli versiamo ogni mese? Questi parlamentari sono soprattutto del Pd. Di che cosa stanno parlando?” – E qui Travaglio cita un passo del nazista Goering sulla disinformazione dopo aver risposto alla domanda della Gruber su cosa gli sembra la propaganda russa – mi fa lo stesso effetto di quella ucraina. Il Copasir si vuol trasformare in MinCulPop”.

Source

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione richiesta.
Riceverai in tempi celeri una risposta.