CUNIAL PROVOCA ALLA CAMERA: DENUNCIA TAGLIENTE SU SIERI E GUERRA ▷ “IL POPOLO ITALIANO VI RINGRAZIA”



▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Usa l’arma del sarcasmo, immediato e pungente, il deputato Sara #Cunial. Tornata a prendere la parola alla #Camera, l’Onorevole è intervenuta in sede di dichiarazioni di voto sul disegno di legge di conversione in legge del decreto-legge 24 marzo 2022, n. 24, recante disposizioni urgenti per il superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell’ #epidemia da #COVID-19, in conseguenza della cessazione dello stato di #emergenza.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

#SaraCunial: Grazie, Presidente, e grazie a tutti i colleghi. In questi mesi ho avuto tempo di riflettere e oggi posso dirvi grazie. Grazie per aver pensato veramente al bene del nostro Paese e dei suoi cittadini, per aver messo al primo posto la loro salute e per aver messo a disposizione di tutti cure efficaci e sicure, rimedi testati, protocolli innovativi e, soprattutto, personalizzati. Grazie per aver reso libera e indipendente la ricerca, per la meticolosità e trasparenza nella divulgazione dei dati. Grazie per tutto quello che avete fatto nel solo interesse del #popolo italiano o forse di una parte. I risultati sono veramente incredibili e il benessere, oggi, grazie a voi, dilaga. Grazie a nome di tutti i bambini e i ragazzi italiani per averli difesi da depressione, ansia, difficoltà di apprendimento, reazioni avverse, suicidi; i primi che hanno potuto godere della vostra mirabile visione, i primi ad essere incentivati a uno stile di vita sano, a respirare a pieni polmoni, a nutrirsi di cibo vero, relazionarsi, conoscere il mondo con occhi ben aperti e spirito critico. Hanno finalmente imparato quanto un sorriso di un bambino possa essere pericolosamente potente per questa società. Grazie per aver reso la scuola un luogo accogliente e sicuro, per i soldi investiti nelle strutture, nella bellezza, nei docenti.

Grazie a nome dei sanitari e di tutti i lavoratori che, in questi anni, hanno visto crescere sostegno e sussidi: non un posto è stato toccato, non un lavoro e non un lavoratore sono stati ricattati. Giusto? È importantissimo sapere che la nostra Costituzione, nel suo primo e principale articolo, non sia stata minimamente intaccata in questo difficile periodo. Chi dimostra di resistere, anzi, va tassato, multato, sempre, mi raccomando. Grazie per averli sospesi e radiati, così almeno ora sappiamo a chi rivolgerci.

Grazie per aver messo le Forze armate contro i cittadini, umiliando e processando chi addirittura prega in piazza o osa bere con la mascherina. Grazie anche per averci tassati perché non siamo morti, come qualcuno forse sperava.

L’#Italia è una #Repubblica fondata sul lavoro. L’Italia ripudia la guerra, tutte le guerre. L’Italia garantisce il diritto allo studio. Non discrimina, l’Italia. Grazie a questo Parlamento per aver reso tutto ciò che è scritto nella nostra Carta costituzionale tangibile realtà. Vi ringrazio per aver letto e risposto alle mie 160 interrogazioni che, da febbraio 2020, ho depositato, fornendovi tutti gli elementi per fermare le sempre più numerose tragedie legate alla somministrazione di veleni: danni immunologici, cardiologici e neurologici irreversibili; 40 morti improvvise solo nelle ferie pasquali. Ma perché leggere le interrogazioni, se già sapete tutto?

Grazie perché ci avete abituati ai bollettini dei morti, così è più facile passare da una guerra all’altra. Ci avete fatto capire che i nostri lavoratori sanitari possono essere sostituiti dagli ucraini, ma non dai palestinesi, africani o sudamericani. Grazie a questi due anni, oggi è tutto tremendamente chiaro. Ci avete fatto comprendere finalmente che la frase “essere nato in Italia” non è motivo di orgoglio, ma dichiarazione di sottomissione all’economia di guerra che comanda da sempre le nostre istituzioni: #Governo, maggioranze, finte #opposizioni, vecchie e nuove incluse.

Grazie perché, togliendoci i servizi essenziali, il lavoro, la possibilità di campare, ci state insegnando la dignità di vivere in modo sempre più indipendente e autosufficiente. Grazie perché molti di noi hanno cambiato il lavoro, prima che il ricatto del lavoro ci cambiasse. Non è più tempo di delegare a nessuno, non abbiamo più bisogno di voi. Sottovalutate gli italiani, se pensate di poterci fermare e piegare con le vostre condanne, le vostre multe e le vostre violenze. Grazie per aver utilizzato i soldi degli italiani per comprare dalle partecipate di #Stato ciò che davvero è necessario per la nostra sussistenza: #salute, cultura e benessere, le benedette armi offensive, identità #digitale, #5G, inceneritori, vaccini, insomma tutti beni di prima necessità. E grazie, in particolare, agli ultimi due Governi, #Conte e #Draghi, che hanno aumentato da 25 a 38 miliardi annui le spese militari, sottraendoli alla sanità e alla scuola”.

Source

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione richiesta.
Riceverai in tempi celeri una risposta.