Assurdo: per i risparmi delle nostre famiglie è stata la fine, nessuno vi parla di questo “divorzio”



▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Il risparmio delle #famiglie italiane è salito sistematicamente negli anni ’70 fino ai primi anni ’80, fino ad arrivare a circa il 25% del reddito disponibile. Voleva dire che le famiglie risparmiavano circa un quarto del #reddito familiare. Ma cosa avviene negli anni ’80? Nel 1981 avviene un fatto storico destinato a cambiare inesorabilmente e per sempre la struttura dei conti pubblici: il #divorzio tra il #Ministero dell’Economia e #BancadItalia. In pratica il collegamento dei titoli di #Stato italiano avviene non più obbligatoriamente attraverso la Banca d’ #Italia ma sul libero mercato, con un meccanismo di scarsa convenienza per lo Stato italiano detto di aste marginali. Sta di fatto che dall’anno successivo e per sempre il tasso di #risparmio delle famiglie italiane crolla fino ad arrivare a valori prossimi allo zero negli anni correnti.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Nei tanto vituperati anni della liretta, quelli nei quali sempre si racconta l’inflazione a due cifre, ecc…; sì va bene ma andate a vedere quelli che erano i salari reali, cioè depurati dall’inflazione che cresceva. Andate a vedere il risparmio delle famiglie, vero indicatore della #ricchezza di un Paese, non il consumo. Ci si può indebitare e consumare lo stesso, cosa che in effetti è successa negli ultimi decenni quando è esploso, non il debito pubblico ma il debito privato delle famiglie italiane. Questo divorzio tra Ministero dell’Economia e Banca d’Italia avvenne tra l’altro con uno scambio di lettere extraparlamentari, quindi a mio parere in modo assolutamente scorretto sotto il profilo istituzionale e nessuno all’epoca sollevò alcuna questione di costituzionalità. Ciò che è assurdo è che anni da 40 anni noi continuiamo a collocare titoli di Stato alle condizioni peggiori per l’emittente, cioè lo Stato, e migliori per i sottoscrittori, cioè il sistema finanziario speculativo internazionale. Di queste cose non parla mai nessuno.

#Malvezzi​ Quotidiani, pillole di economia umanistica con #ValerioMalvezzi

Source

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione richiesta.
Riceverai in tempi celeri una risposta.